Caratteristiche e dettagli dello stile industriale nell’arredamento

L’arredamento industriale nasce negli anni ‘50 a New York, con il recupero di spazi dismessi che in precedenza venivano utilizzati per ospitare grandi industrie. Pian piano si afferma grazie ai film americani e alla Pop Art capeggiata da Andy Warhol e la sua Factory.
Da allora vecchi depositi e magazzini sono stati utilizzati come abitazioni: loft e open space imitano perfettamente questi spazi industriali.
Si caratterizza per un design basato su linee nette ed essenziali per dare modo agli arredi di essere il più funzionali possibile.

Un esempio è la nostra MADIA EMMA o ancora il TAVOLINO LUXURY con il giusto mix tra nobilitato e ferro.

Entrambi possiedono quel “fascino grunge” che consente loro, d’essere inseriti in qualunque ambiente: dal salotto, alla cucina o nella camera da letto.

Qualche dettaglio in più per comprendere meglio lo stile industriale:

– I pavimenti vengono solitamente realizzati con una resina industriale o in cemento lucidato, così da non avere fughe e dare un senso di continuità allo spazio.
– Le pareti perimetrali vengono lasciate grezze, si prediligono intonaci chiari sui toni del bianco, panna, tortora o con mattoni a vista. Mobili o lampade in materiale metallico richiamano l’arredamento industriale, ma anche i tessuti per il divano o il letto possono assolvere a questa funzione, se in grigio.
– I metalli ferrosi sono chiaramente i più gettonati ma, per evitare di rendere gli ambienti freddi, anche il legno e il rame sono molto adatti.

– La luce qui è molto importante, perché riesce ad alleggerire l’atmosfera poiché i mobili in materiale metallico possono risultare visivamente pesanti.
Per poter dare luce a grandi ambienti si necessita perciò di grandi infissi dallo stile semplice. In alternativa è bene optare su grandi lampade da terra o faretti da alternare con luci a sospensione i cui fili dovranno essere rigorosamente ben visibili per richiamare alla perfezione la “conformazione di una fabbrica”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *