Appendiabito da parete o da terra? Idee e consigli per la scelta giusta

Quando parliamo di appendiabiti ci riferiamo a quell’oggetto presente nelle case di tutti, sotto le più svariate forme, indispensabile per la sua funzione utile di mantenere l’ordine in casa, soprattutto in caso di ospiti.

L’appendiabiti come lo conosciamo oggi in realtà ha origine da un altro oggetto: la gruccia.
L’idea, rivelatasi utilissima si è evoluta nel tempo, assumendo forme diverse create con materiali nuovi. Anche oggi usiamo la gruccia ma la posizioniamo all’interno dei nostri armadi; quello che consideriamo l’appendiabiti vero e proprio è quell’oggetto che rimane a vista all’interno delle nostre case (all’ingresso o in camera) o dei nostri uffici.

Per quel che riguarda la tipologia di appendiabiti, ne esistono sostanzialmente due categorie:

da terra

da parete

L’APPENDIABITI DA TERRA

è un modello solitamente composto da una colonna centrale che poggia su una base, si sviluppa verso l’alto con un numero variabile di “braccia” alle quali vanno appesi gli abiti o i cappotti.
Questo modello si è molto evoluto negli anni, sia per forma che per materiale, assumendo un design sempre più moderno come ad esempio il nostro modello EMMA.

Emma con le sue quattro braccia è un elemento d’arredo alto 170,5 cm dalla linea essenziale, disponibile in diverse rifiniture, un pezzo semplice ma di particolare impatto, che il vostro ospite noterà subito entrando.

L’ APPENDIABITI A PARETE

Gli appendiabiti da parete vanno affissi ai muri e sono composti da pomelli, ganci o braccia dalle forme può svariate. Rispetto all’appendiabiti da terra, sono poco ingombranti (rimane libero lo spazio a terra).
Questo elemento da parete è quello che ha dato vita alle soluzioni più originali, così da soddisfare tutti i gusti e gli stili.

Attenzione però, con modernità intendiamo anche un qualcosa che sia capace di sopperire a più funzioni contemporaneamente come per esempio il nostro appendiabiti RACHELE; dotato di diversi ganci, a seconda della misura scelta (40, 60, 80cm) possiede sì la funzionalità dell’appendiabiti, ma anche la comodità di un porta oggetti grazie al suo ripiano superiore.

In questo modo se chi pensa che l’appendiabiti da parete possa essere posizionato esclusivamente nella zona ingresso è in errore: può tranquillamente essere usato in cucina per strofinacci e spezie, nella stanza da letto per vestiti e oggetti personali o in bagno per l’accappatoio e qualche pianta ornamentale. Doppia funzione ma anche doppia bellezza, d’altra parte sono i dettagli a dare carattere e personalità ad una casa.

1 commento su “Appendiabito da parete o da terra? Idee e consigli per la scelta giusta”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *